i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
vacanze-barbados-caraibi

Cosa vedere a Barbados in una settimana

Cosa vedere a Barbados, Caraibi, in una settimana?

Vi ho già dato qualche indicazione utile per organizzare una vacanza a Barbados: quando andare, dove dormire, come muovervi, ma con questo post voglio raccontarvi molto di più di quest’isola caraibica.

Della sua storia, della sua cultura, e di cosa fare e vedere durante la vostra vacanza.

Barbados è una meta perfetta per chi ricerca una vacanza fatta di sole e mare; ci si può crogiolare in una delle tante e bellissime spiagge, soprattutto lungo la baia di Carlisle Bay, ma a mio avviso Barbados merita anche e soprattutto una visita ai luoghi più iconici e turistici e al suo cuore più vero.

Fatto di campagne, piccolo casette, chiese ed una comunità locale sorridente e gentile.

Cosa vedere a Barbados, Caraibi, in una settimana

(oltre alle sue spiagge più belle di cui vi parlerò presto).

BRIDGETOWN

Non posso dirvi una cosa per un’altra, quindi sarò sincera. A me la città di Bridgetown non è piaciuta affatto. Caotica, trafficata, in alcune zone piuttosto sporca e degradata.

Ha un piccolo centro, una manciata di strade, dichiarato Patrimonio dell’Umanità; ci sono negozi e shopping mall nella zona di Broad Street e bar, ideali per una pausa per il pranzo, con affaccio sul molo.

Il Parliament Buindings è l’edificio con la torre dell’orologio, sede di uffici pubblici, e al suo fianco si trova invece la House of Assembly, il museo dell’isola, ed è forse uno dei luoghi di maggior interesse della città.

Edifici storici nel cuore di Bridgetown che non riescono però a distrarre dallo smog, dai clacson dei mille mila taxisti che in continuazione vi chiederanno se avete bisogno di un passaggio.

Un mercato di frutta e verdura con bancarelle improvvisate lungo la strada, negozi di rum ed una Chiesa, la St. Michael’s Cathedral che venne ricostruita nel 1780 dopo la sua distruzione causata da un uragano e che potrebbe essere un’icona turistica, ed invece è li semi-abbandonata in una piccola stradina non semplice da trovare.

Bridgetown è un’esplosione di strade sconnesse, casette e negozi colorati, alcuni fatiscenti, bancarelle, mercati ed un vociare continuo.

Ho evitato di allontanarmi dal centro città, per quanto in molti ci abbiano ribadito che Barbados è un’isola sicura, ed è vero, ma ho preferito non prolungare troppo la visita di Bridgetown proprio perchè non ho trovato nulla di interessante.

Tra gli altri punti storici vicini a Bridgetown, è da citare la “George Washington house”, unica dimora fuori dagli Stati Uniti, in cui soggiornò nel 1751 un giovane americano 38 anni prima di diventare il Primo Presidente degli Stati Uniti.

La casa è visitabile da lunedì a venerdì al costo di circa 10 dollari americani.

Alcune località e punti di interesse di Barbados le abbiamo visitate spostandoci a bordo dei minivan collettivi, ma per il tour vero e proprio dell’isola abbiamo preferito affidarci ad un tour di gruppo con guida, per evitare di noleggiare l’auto, perchè è costoso, e soprattutto perchè non avevamo intenzione di guidare per strade sconnesse e in un traffico piuttosto caotico, e con la guida all’inglese ovviamente.

Ci siamo affidati a “Williams tour Barbaods”, uno dei migliori dell’isola.

La nostra guida poi è stata favolosa!

Banana bread appena cucinato dalla moglie per colazione, rum punch, un gustoso pranzo tipico incluso, ed un tour ricco di aneddoti e curiosità sui bajan, popolazione così solare che è il vero valore aggiunto in una vacanza a Barbados.

cosa vedere a Barbados Caraibicosa vedere a Barbados Caraibi

cosa vedere a Barbados Caraibi Bridgetown

HOLETOWN e SPEIGHTSTOWN

Una volta arrivati a Holetown ti chiedi se sei ancora a Barbados.
Perchè in un attimo sei catapultato nel lusso di ville da mille e una notte, dimore vista mare immense, boutique, negozi e ristoranti esclusivi, il tutto circondati da campi da golf dove una lattina di coca cola costa circa 10 dollari americani, così ci dicono.

Una realtà completamente diversa dall’isola caraibica in cui ho trascorso la vacanza.

Holetown è una cittadina a sè, dove turisti, per lo più inglesi e americani, seguono il ritmo lento dell’isola oziando in alberghi e resort eleganti e decisamente carissimi.

Star della tv, dello sport, attrici, cantanti, il jet-set americano e non solo, approda in queste zone, ed è qui che ci mostrano la villa dove è solita pernottare Mariah Carey quando è in vacanza a Barbados.

Se volete fare un giro vi basterà passeggiare per la via centrale un paio di ore ed ammirare con occhi sognanti delle case bellissime.

A Speightstown la visita è stata molto breve, una sosta in un piccolo ristorante a picco sul mare con a fianco un banco del pesce; qui il concetto di km zero è incredibile.

Pescatori all’opera che puliscono il pesce, e poi voilà direttamente nella cucina del piccolo ristorante.

Da Speightstown, dove tutto è lento, tranquillo e le casette sono piuttosto vecchie e malandate, ma il mare è uno specchio d’acqua color smeraldo, ci si inoltra sulle colline lungo le antiche piantagioni di zucchero, cuore pulsante dell’isola, regine del Rum, il Mount Gay, uno dei più buoni al mondo (dice il marito intenditore).

cosa vedere a Barbados Caraibi

OSITINS FISH FRY

Tra le cose da fare e vedere a Barbados, il festival locale “Oistins fish fry” è imperdibile.

Il festival si tiene tutti i venerdì e sabato sera a Oistins, una piccola cittadina di pescatori, lungo il mare, non lontana dalla più turistica e rinomata zona di St. Lawrence Gap.

Due serate dove trovate bancarelle gestite dai local intenti a grigliare e cucinare pesce, per lo più il pesce volante, specialità tipica di Barbados.

I menù propongono pesce alla griglia, oppure il piatto completo a base di flying fish fritto, riso, macaroni pie, patatine fritte pane a circa 40 B$ (attenzione a non fare confusione tra dollari locali, BBD Dollar, o US Dollar).

La conversion è molto semplice, 40 BBD Dollar corrispondono a 20 US dollar.

Consiglio di arrivare abbastanza presto, verso le 19, per prendere posto lungo le panche tra le tante bancarelle; trovate anche, per i golosi come me, angolini che vendono dolci e gelati.

Musica dal vivo, performance di street dance, il tutto in un’atmosfera davvero di festa.

Un’occasione per entrare in contatto con la comunità dei bajan che apprezza davvero quando il turista sostiene l’economia locale.

 

CHERRY TREE HILL / BATSHEBA e ST. JOHN’S CHURCH

Tra le cose da vedere a Barbados non mancano i punti di osservazione e Cherry Tree Hill è sicuramente la collina più nota in assoluto, da cui ammirare una vista mozzafiato della costa atlantica, la parte est di Barbados.

Tutto cambia in questo lato dell’isola, meno abitato, e poco turistico.

Il mare si fa impetuoso, scuro, minaccioso. Le onde sono alte e il vento le infrange contro le rocce lungo la spiaggia.

Batsheba è famosa proprio per il surf e le passeggiate lungo la spiaggia, ma il vento qui è davvero fortissimo.

Un’immagine diversa di Barbados, nulla di colorato o festoso qui, tutto è selvaggio, solo mare, spiagge, rocce ed un orizzonte che sembra infinito.

Location perfetta per scatti fotografici, ma io eviterei di tuffarmi in un mare in quelle condizioni.

Barbados è un’isola composta da tante piccole comunità, ognuna delle quali fa parte di un villaggio gestito e curato dalla Chiesa locale.

Il senso di comunità è davvero forte, e visitare la St. John’s Church, la prima Chiesa costruita nel lontano 1645, fa capire quanto i bajan si prendano cura della propria comunità. La Chiesa tra l’altro è situata in un altro punto panoramico lungo il mare, ad est dell’isola ed è un vanto turistico e locale proprio per la sua storia e antichità.

cosa vedere a Barbados Caraibi Batsheba

cosa vedere a Barbados Caraibi Batsheba

PLANTATION HOUSE

Appena ho deciso di andare a Barbados, una delle prime cose che mi ha attratto, tra le cose da fare e vedere, è stata la possibilità di visitare una delle “Plantation house”. Edifici storici in stile giacobiano dei Caraibi che qui sono davvero favolose.

NICOLAS ABBEY

E’ sicuramente la “plantation house” più nota. Tutte le guide di viaggi ne parlano e la inseriscono tra le cose da vedere assolutamente a Barbados. E’ una dimora molto bella, l’ho vista solo da fuori, elegante e piacevole, e molto molto turistica.

Si può visitare tutti i giorni con tour guidati, di circa tre ore, oppure in autonomia, con la possibilità di fare una degustazione di rum o pranzare in loco.

Era uno dei punti sulla mia lista tra le cose da fare a Barbados, ma affidandoci al tour di gruppo purtroppo non era prevista la sua visita.

In realtà non sono così dispiaciuta, perchè l’alternativa proposta è stata un’altra dimora storica bellissima.

CLIFTON HALL HOUSE

E’ stata infatti una piacevole sorpresa. Un’elegante dimora storica completamente ristrutturata, con gusto ed armonia, nel cuore dell’isola. Un edificio rosa pastello, circondato da piante e palme in un silenzio quasi irreale.

Un “padrone di casa”, Massimo, gentile e disponibile che ci ha permesso di visitare ogni angolo della casa con un tour privato ad hoc per noi (eravamo in otto persone) dalla sala da pranzo, agghindata con un bellissimo servizio di piatti e tazze da tè che mi sarei portata a casa, alle camere, eleganti ed essenziali, e poi i giardini, la piscina. Ogni angolo è stato ricostruito ed arredato in modo perfetto per ricordare il passato inglese in una location immersa nel verde.

A fine tour è prevista una degustazione di rum, senza obbligo alcuno di acquisto, oltre ad una coccola al dolce gattone in corridoio.

Massimo poi è di una gentilizza squisita e ha reso davvero unica questa visita, raccontando non solo la storia di questa dimora, ma l’amore per Barbados che gli ha permesso di portare a termine il restauro di un edificio ricco di tradizione e cultura.

SUNBURY PLANTATION HOUSE

Altra dimora storica, punto di interesse di Barbados, la Sunbury plantation house era chiusa durante la nostra settimana di vacanza, ed è anch’essa interamente visitabile. Un piccolo museo con vecchie stampe, pezzi di antiquariato ed una collezione di carrozze trainate da cavalli rendono questo posto un’altra icona dell’isola.

cosa vedere a Barbados Caraibi plantation house

cosa-vedere-barbados-plantation-house-rum

carabi-barbados-viaggio-nozze

 

Tra le altre cose da fare a Barbados, oltre a sguazzare in un mare azzurro, i tour in barca sono super consigliati.

E se non fosse perchè

a) io soffro il mal di mare;

b) non suo nuotare, cioè so stare a galla, ma poi mi prende il panico e insomma non sono proprio a mio agio in mezzo all’oceano;

c) il nostro budget era un pochino ridotto;

beh avrei sicuramente fatto un’uscita in barca per ammirare il tramonto sull’isola al largo, ed una nuotata con le tartarughe.

Già perchè nuotare con le tartarughe marine poi è un must a Barbados, e troverete tantissime proposte per gite giornaliere in catamarano.

Una delle migliori, ci dicono, è quella proposta da “Tiami Catamaran cruise” che offre due tipologie di escursioni in mare: un pranzo a cinque stelle, con chef a bordo, champagne, uno stop in spiaggia ed ovviamente snorkeling per avvistare le tartarughe; oppure una versione più economica, se così si può dire, con un aperitivo al tramonto e nuotata con le tartarughe.

vacanza-barbados-cosa-vedere

barbados-caraibi-cosa-fare

VISITARE LA FABBRICA DEL RUM “MOUNT GAY”

Vuoi non bere per tutta la settimana rum nell’isola che lo produce?

Detto fatto, Lui, che adora il rum, non si è fatto scappare l’occasione di acquistare al supermercato bottiglie di rum Mount Gay ad un prezzo vantaggioso, così da degustare i diversi tipi di rum prodotti proprio nella fabbrica “Mount Gay” situata poco fuori Bridgetown.

Tra le cose da fare a Barbados la visita della fabbrica è sicuramente una delle attività più richieste. Tra l’altro è facile che i taxisti in centro a Bridgetown vi propongano di andare alla fabbrica, ma noi abbiamo evitato.

Il costo è di circa 20 dollari americani a persona, il tour dura poco più di un’ora con degustazione finale di rum. E di certo non deve essere male visitare la “Mount Gay” nata nel 1700 e tutt’ora così importante, ma visto che io non bevo, beh lui ha investito quaranta dollari in bottiglie di rum anzichè in una visita.

cosa-vedere-barbados- bridgetown

Se siete sportivi, Barbados è un’isola perfetta per voi per praticare sport acquatici, surf in primis, golf (i campi sono tanti ed alcuni con prezzi davvero proibitivi), o tour in bicicletta nel cuore dell’isola.

Non mancano poi le escursioni in mezzo alla natura per visitare l’”Orchid World” con un’incredibile collezione di orchidee, o l’”Animal flower cave” , una grotta che si apre direttamente sull’oceano nel punto più a nord dell’isola.

Barbados è stata una piacevole sorpresa, perchè poter unire al sole e mare, un bel po’ di cose da fare e vedere è sicuramente interessante, soprattutto per conoscere la storia di un’isola che è rimasta colonia inglese fino al 1966.

Nessuna traccia di pirati, galeoni o storie di mare; nessun enfasi sul fatto che la famosa cantante Rihanna sia nata a Barbados; ciò che mi è rimasta impressa è la gentilezza e la tranquillità con cui ci hanno accolti i local, ma sarà che appena dici che sei italiano, beh ti vedono come una “super star”.

E poi il mare, di un azzurro così trasparente, e le spiagge di sabbia color borotalco! Di quelle scriverò in un altro post, per suggerirvi quali sono le migliori, secondo me.

cosa-vedere-barbados-cosa-vedere-barbados-plantation-house-rum

barbados-caraibi-oceano-batshebabarbados-caraibi-cosa-vedere-una-settimanabarbados-caraibi-cosa-fare

scoprire-barbados-caraibi

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.