i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
sposarsi-a-newyork-plaza-hotel

Sposarsi a New York: consigli pratici (ed un tocco di magia)

Sposarsi a New York.

E’ la prima cosa che ho cercato su google quando, qualche mese fa, ha cominciato a balenare nella testa di entrambi questa folle idea.

Solo io e Lui.

A New York.

A dicembre.

Con la magia del Natale.

Così ho iniziato a navigare in rete in cerca di informazioni e consigli pratici su come fare per sposarsi a New York, quali documenti portare e soprattutto dove poterci sposare.

L’idea iniziale era di sposarci in una location suggestiva a New York. Uno di quei luoghi simbolo che proprio wow! Una cosa tipo Central Park, la Public Library o la Grand Central Station.

Ma si sa i sogni a volte sono destinati a rimanere solo dei sogni (così come sognare di avere al ricevimento di nozze i Maroon 5 che suonano a sorpresa, come nel video di “Sugar” per dire).

Una volta appurati tempi e soprattutto costi per realizzare questa idea, abbiamo semplicemente optato per una cerimonia nel comune di Manhattan (e qui il coro di amiche “proprio come Carrie Bradshaw di Sex and the City!”).

Ehm in effetti più o meno (soprattutto se vi dico che poi abbiamo cenato al ristorante “Buddakan”, non per emulare la serie tv, ci mancherebbe, ma era una vita che volevo provarlo e quale migliore occasione?).

Al ritorno dal mio viaggio in California, il tutto ha preso forma sul serio.

Cioè, mi sposa a New York. Lo sposo a New York.

sposarsi-a-newyork( a dicembre non c’era la neve, ma questa foto mi piaceva un sacco!)

In un mese e mezzo sono riuscita a farmi fare da una sarta (santa) una gonna di tulle lunga fino ai piedi, proprio come volevo io, o quasi. Ho trovato un pellicciotto bianco morbidoso e le scarpette con gioiello sul sito di Asos, (che uso spessissimo per gli acquisti on line), salvo poi girare per Manhattan con indosso le mie All Star glitterate nei piedi.

E per il resto il web mi è venuto in aiuto, e sposarsi a New York è stato davvero piuttosto facile, soprattutto se si sceglie una cerimonia civile in Comune.

sposarsi-a-newyork

io-wedding-new-york

Sposarsi a New York, ecco come fare:

Per prima cosa bisogna compilare il modulo di licenza di matrimonio che si può reperire su internet al sito ufficiale del City Clerk. Tranquilli le istruzioni per compilare il modulo sono anche in italiano, ed è davvero easy.

Una volta compilato il modulo viene rilasciato un numero di conferma, MOLTO IMPORTANTE, che si dovrà esibire al Comune di Manhattan unitamente ai passaporti. La licenza di matrimonio sarà elaborata istantaneamente, ma attenzione, per sposarsi a New York bisognerà attendere 24 ore. Il costo di questa operazione è di 35 dollari (al momento in cui vi scrivo) che si possono pagare con carta di credito.

Il giorno delle nozze presso il Comune di Manhattan ci si deve presentare muniti di passaporto, licenza matrimoniale e con un testimone che abbia almeno 18 anni, munito di documento di identità (se non avete amici o parenti con voi potete chiedere al personale presente, anche se all’ingresso del Comune ho trovato dei tizi che si proponevano, a pagamento, per fare da testimoni).

Pensavo di trovare meno gente a dicembre, pensavo che l’estate fosse il periodo più affollato per sposarsi a New York. Ed invece la sala era colma di coppie di sposini super happy, come noi del resto.

Persone di ogni età, provenienti da ogni dove.

Ah sentite questa.

Prima di noi si è sposata una coppia, un po’ più vecchi di noi e lei serissima in un abito fasciante stile Morticia per dire, con tanto di capelli lunghi neri. Ci siamo praticamente ritrovati negli uffici successivi dove fare i documenti, ed è normale, ma la cosa buffa e decisamente curiosa, è che, tra milioni di persone, li abbiamo rivisti il giorno dopo per caso passeggiando davanti all’hotel Plaza.

Giuro! In Comune a Manhattan non ci siamo praticamente filati, cioè è più che normale, ma li ci siamo guardati e messi a ridere, perchè è stata davvero una coincidenza insolita.

Sposarsi a New York in Comune, ecco tutte le informazioni utili:

Basta prendere il numero, tipo quello che danno al supermercato al banco dei formaggi, attendere il proprio turno, e in un batter d’occhio sarete di fronte al cerimoniere per dire “Yes I do”.

Si pagano altri 25 dollari di tassa e si ottiene il certificato di matrimonio in Extendend Form (License and Certificate of performing marriage) fondamentale ed indispensabile per il riconoscimento in Italia.

I passi successivi alla celebrazione del matrimonio sono da compiersi immediatamente, così da avere tutti i documenti necessari da consegnare presso il Consolato Italiano di New York, sito al 690 di Park Avenue, che si occuperà di trascrivere ed inviare i documenti al vostro comune di residenza.

Ed ecco qui, mi sono sposata a New York, per davvero!

sposarsi a New york

Cosa fare, dopo il “Si” in Comune affinchè tutti i documenti siano in regola:

Step 1: recarsi al County Clerk (60 Centre Street, New York), l’ ufficio è situato di fronte al Comune, per ottenere il timbro sul certificato di matrimonio in Extendend Form (License and Certificate of performing marriage). Costo da pagare 3 dollari in contanti.

Step 2: successivamente recarsi al Department of State (123, William Street, New York) che rilascerà il documento con Apostille. Attenzione, qui non vengono accettati pagamenti in contanti o carta di credito, ma solo con assegno bancario (che non disporrete se non siete residenti negli Usa) o tramite “money order”, una sorta di vaglia postale che si può acquistare in uno store a pochi passi dagli uffici. Fatelo perchè non saranno affatto gentili e disponibili ad aiutarvi qui al Department of State. La tassa da pagare è pari a 10 dollari.

Quanto tempo ci vuole per sposarsi a New York in Comune?

Dipende.

Il tempo per tutte queste formalità, inclusa la celebrazione, varia a seconda dei tempi di attesa in Comune, ma mediamente si impiegano tra le 3 e le 4 ore per fare il tutto. Informazioni utili: i giorni più affollati per celebrare il matrimonio sono sicuramente il giovedì e il venerdì, così come i periodi più gettonati sono l’estate e l’autunno (ma anche a dicembre non si scherzava però).

Una volta ultimati tutti gli step necessari per i documenti, è bene recarsi al Consolato Italiano (dove consiglio di prendere un appuntamento prima di partire per gli Stati Uniti), così da depositare tutta la documentazione corredata dalla traduzione del certificato di matrimonio che è fondamentale per la trascrizione. Potete mandare una e-mail per organizzare il tutto, al Consolato sono davvero disponibili e gentilissimi ad aiutarvi.

Importante e fondamentale: la licenza di matrimonio deve essere tradotta in italiano. La traduzione può essere affidata ad un traduttore, o se ve la cavate con l’inglese, potete farla direttamente voi su un normale file di word e poi stamparla.

Se optate per la separazione dei beni, avrete bisogno di testimoni al Consolato Italiano, e per questo servizio potete rivolgervi a Kiara, aiuto prezioso e guida italiana a New York.

Sposarsi a New York con un tocco di magia.

sposarsi-a-newyork

sposarsi-a-newyork-centralpark

La parte burocratica per sposarsi è un pochino noiosa, lo ammetto, ma vi garantisco che scattare fotografie in giro per Manhattan con i colori del tramonto e le luci di Natale è stato magico!

Ho avuto la fortuna di avere come fotografo Luca Marfè, una persona squisita e professionale. Un amante dei viaggi, della vita e di New York, nonchè giornalista per Vanity Fair.

Il servizio fotografico lo abbiamo fatto tra Times Square e Central Park, dove con le luci del tramonto era tutto così romantico.

E poi all’hotel Plaza.

Già, proprio nell’hotel che io amo da sempre. Una location che trovo meravigliosa, quasi magica. Io quando entro li proprio mi sciolgo, e non so dirvi davvero perchè.

Davanti al maestoso e scintillante albero di Natale, mentre tenevo per mano mio marito (oddio mio marito!, mi fa ancora effetto dirlo), avevo il cuore a mille e gli occhi rossi dall’emozione e dalla felicità.

Perchè sposarsi a New York è stato davvero un sogno.

Un momento tutto nostro, proprio come sognavamo.

Semplice, informale, divertente, romantico, insolito…insomma è stato davvero Unico!

sposarsi-a-newyork-centralpark

Se avete bisogno di informazioni e consigli per sposarvi a New York, scrivetemi, sarà un piacere darvi qualche dritta in più.

10 Discussions on
“Sposarsi a New York: consigli pratici (ed un tocco di magia)”
    • Grazie Tiziana! Entrambi non amiamo il matrimonio classico e convenzionale, e New York è una città che ci fa battere il cuore. E così ecco che è nata l’idea…ma fino alla fine non credevo andassimo fino in fondo sai? E invece è stato magico ;)

  • Un racconto meraviglioso!!!!
    Anche io sto pianificando il mio matrimonio a New York, e non vedo l’ora!
    Sono un po’ spaventata dai vari step burocratici, dato che non avremo tantissimi giorni a nostra disposizione, spero non ci saranno intoppi! Ho una domanda da sottoporti, il certificato si ottiene direttamente in Extended Form se richiesto al momento della registrazione?
    Ho trovato un’altro “reportage” risalente al 2013 e parlava di “tornare al City Clerk Office” per richiedere la copia del certificato in Extended Form. Spero di no, altrimenti si raddoppia un ulteriore passaggio!
    E invece la faccenda al Consolato Italiano e negli altri uffici, è semplice da affrontare? A parte la fila ai desk è semplice capire dove andare/cosa fare? Vorrei godermi al meglio tutti i giorni a NY senza avere imprevisti!
    Ti ringrazio per le informazioni e ti faccio le mie congratulazioni, spero in una tua risposta!

    • Ciao Elena, scusa leggo solo ora. Scrivimi una mail così ti mando tutte le info. Il certificato in Extended form te lo rilasciano subito appena dopo le nozze in Comune, così non devi tornare. Per il Consolato ti consiglio di mandare loro una e-mail così puoi prendere un appuntamento e consegnare tutti i documenti.Mi raccomando con la traduzione,deve essere molto precisa. Se hai bisogno scrivimi sulla mia mail:monicasauna@gmail.com

    • Anche io immaginavo più carte e cavilli da gestire, e invece ;) Ho ancora gli occhi a cuore!!! Presto i racconti a voce cara, promesso promesso!

  • Ciao Monica!
    ero in cerca di info pratiche su come sposarsi nella Big Apple, visto che piacerebbe tanto farlo anche a noi :) Leggendo la tua esperienza mi hai rincuorato perchè pensavo fosse impossibile farlo da soli e invece credo proprio che ci butteremo in questa avventura!
    Nel caso avessi bisogno di info più dettagliate ti scrivo!
    Anche se in gran ritardo congratulazioni!! :)

    • Ciao Monica, grazie per il tuo messaggio. Ti dirò la parte burocratica è piuttosto lenta e noiosa, ma alla fine è andato tutto bene. Unica cosa importante è avere i testimoni italiani se volete fare la separazione dei beni in Consolato italiano. Scrivimi assolutamente x qualsiasi consiglio, e se vuoi valutare il fotografo che avevamo io, è una persona splendida e molto professionale! Risultato, mi emoziono ancora oggi per quella magica giornata. Un abbraccio, grazie.

  • Ciao Monique, fantastico quello che hai fatto … ed è proprio quello che vorrei fare con il mio compagno questo natale che saremo a NY …
    Dove posso contattarti per chiederti alcune info?
    Grazie, Eli

    • Ciao Elisabetta grazie!! Nella sezione Contatti del blog trovi la mia email, scrivimi pure, spero di esserti utile. Parto domani per Praga, rientro martedì, ma nel frattempo mandami pure un email. Grazie!! Ti auguro di cuore di realizzare il vostro sogno, per me è stato magico, lo rifarei domani eh eh

Leave A Comment

Your email address will not be published.