i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
Firenze in un giorno cosa vedere

Un assaggio di Firenze in un giorno

Visitare Firenze in un giorno.

Non si possono scoprire tutte le bellezze di Firenze in un giorno, nè  i suoi musei più noti, ma io a Firenze ci sono stata in diverse occasioni, e anche questa volta ad una passeggiata per le vie del centro non ho saputo rinunciare.

L’itinerario è quello classico, dalla Chiesa di Santa Maria Novella nel cuore del centro cittadino verso il Duomo di Firenze, un vero capolavoro architettonico.

E rivedere Firenze in un giorno mi lascia sempre senza parole. Questa piazza poi è così bella, e la sera è pura magia.

Ho scattato questa foto del Duomo di Firenze e più la guardo e più mi sembra un disegno, un tratto di una sapiente mano che a matita ha disegnato un capolavoro di pura bellezza.

firenze-in-un-giorno-duomo

firenze-in-un-giorno

La coda per visitare il Battistero di San Giovanni ed il Campanile di Giotto è lunghissima in questo ultimo dell’anno; turisti da ogni parte del mondo ammirano estasiati l’architettura dei palazzi e non si contano il numero delle fotografie che in tanti qui scattano, perciò è impensabile in un giorno a Firenze inserire una visita a questi luoghi.

Via dei Calzaiuli è affollatissima, così come Piazza della Signoria e anche qui la fila per l’ingresso al Museo degli Uffizi è interminabile (ricordo ancora di aver fatto quasi quattro ore di coda tanti anni fa per entrare, quindi se potete è bene prenotare la vostra visita).

Peccato non avere il tempo per visitare il Museo Gucci, ma mi concedo qualche minuto tra la loggia del Mercato Nuovo, dove accessori in pelle sono esposti nelle tante bancarelle, e dove la fontana del “Porcellino”, che di fatto raffigura un cinghiale, attira da sempre turisti e curiosi.

firenze-in-un-giorno

firenze-in-un-giorno

Cosa fare a Firenze in un giorno?

Imperdibile una passeggiata verso il Lungarno, dove mi perdo a curiosare da “Signum”, un delizioso negozio con mappe, mappamondi, penne e calamai, agendine a tema viaggio e tantissimi bigletti e carta da lettere, insomma non so come ma ho resistito senza acquistare nulla (a malincuore però!).

firenze-in-un-giorno-signum

Da qui via attraverso Ponte Vecchio dove, tra le tante gioiellerie, c’è veramente un fiume di turisti che mi impedisce di fare qualsiasi fotografia al paesaggio che si staglia lungo il fiume, che è magnifico!

Una sosta a pranzo con un buon bicchiere di Chianti ed una focaccia farcita in un piccolo angolino proprio oltre il ponte (lo vedete, è uno spazio piccolissimo con una botte come tavolo e quattro sedie di numero, scaffali ricchi di buon vino e focacce sfornate ogni secondo farcite con affettati e formaggi) e poi il tour prosegue verso Palazzo Pitti e l’omonima piazza (che sarà poi la cornice dei festeggiamenti di Capodanno).

Dal Ponte Santa Trinità ritorno verso il centro di Firenze ammirando le vetrine chic di noti stilisti in Via dei Tornabuoni e le numerose osterie davvero invitanti.

Il tour di Firenze in un giorno si conclude passando in Piazza Strozzi, davanti all’omonimo Palazzo, dove sostano numerose carrozze di cavalli che i turisti scelgono per un comodo giro in città, ma per me il centro di Firenze è luogo ideale per una lenta passeggiata.

firenze-in-un-giorno-pontevecchio

firenze-in-un-giorno-shopping

firenze-in-un-giorno

firenze-in-un-giorno

Un ultimo indirizzo, ideale per il pranzo o la cena, è il Mercato centrale coperto di San Lorenzo, che non conoscevo.

A piano terra si trovano le classiche bancarelle di frutta, verdura, carne, fiori e prodotti tipici toscani; qualche bancarella di cibo take away (il profumo di fritto di pesce è delizioso) ed alcune panchine dove sedersi per mangiare un pasto veloce. Al piano di sopra invece il locale è veramente accogliente.

E’ strutturato in diverse aree, ognuna dedicata ad un cibo diverso: quella dedicata al pesce, alla pizza, alla mozzarella di bufala,  zuppe e tramezzini vegani, un bar, una panetteria ed il corner del panino al lampredotto, noto qui a Firenze. Qui trovate diversi menù, buon rapporto qualità/prezzo e davvero molto vari, oltre alla possiblità di sedersi comodamente. Ho gustato dei tramezzini fatti con pane ai pistacchi davvero buoni.

Il tempo corre in fretta in questa giornata, ma se riuscite ritagliatevi qualche minuto per raggiungere, in auto, San Miniato al Monte, magari al tramonto, e godere di uno spettacolo da cartolina.

Ed ogni volta il fascino unico di Firenze mi affascina e mi innamoro follemente di questa città ad ogni mio ritorno.

firenze-in-un-giorno-pontevecchio

firenze-in-un-giorno-duomo

firenze-in-un-giorno-duomo

firenze-in-un-giorno-chianti

2 Discussions on
“Un assaggio di Firenze in un giorno”
  • Che bello leggere articoli sulla propria città da parte di chi non ci abita.
    Nonostante mi trovi spesso in centro, non mi abituo mai alle meraviglie di questa città! Brava hai fatto proprio un bel tour!:) e mi hai fatto scoprire un posticino delizioso: Signum!
    Un abbraccio,
    Carlotta

    • Grazie Carlotta gentilissima! A Firenze torno sempre con piacere, per me è la città più bella d’Italia. Ho ricordi preziosi qui, ma ogni volta il centro cittadino riesce a stupirmi, nonostante la folla. Ti capisco però, a volte abitandoci si è presi dalla routine e dalla fretta e non si scorgono i particolari, succedeva anche a me quando lavoravo a Milano o studiavo a Torino (ma sono molto meno belle di Firenze eheh). Grazie per essere passata sul blog!E buoni acquisti da Signum, è troppo carino. Un abbraccio a te.

Leave A Comment

Your email address will not be published.