i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
Mercati a New York

Andar per mercati a New York

Visitare i mercati più belli a New York.

Mi piace scoprire le città curiosando tra i suoi mercati, e anche New York si mette in mostra esibendo il meglio di sè tra le bancarelle cittadine più famose della città.

New York pullula di bar, ristoranti, deli, bistrò e angoli perfetti per uno spuntino, difficile quindi consigliare dove mangiare a Manhattan, ma una tappa imperdibile da fare assolutamente è proprio curiosare tra questi mercatini, alcuni dei quali dedicati solo alle prelibatezze alimentari.

Il “Chelsea Market” è forse uno dei mercati più famosi di New York, ricco di locali, pasticcerie e angoli dove concedersi un piccolo break o un vero e proprio pasto.

Se siete tra i nostalgici della cucina italiana, qui ci trovate anche “Giovanni Rana” che con il suo pastificio offre sapori nostrani al ristorante o al comodo, e spesso affollato, take away.

Volete provare l’aragosta?

Allora andate da “The Lobstare Place”, posto ideale dove scegliere l’aragosta al vapore (attenzione il prezzo va a peso, quindi non esagerate nel selezionare il pesce più grande).

Il Chelsea Market, dove di sicuro rimarrete un paio d’ore a curiosare tra bancarelle & co, è aperto ogni giorno e si trova nell’omonimo quartiere.

chelseamarket

Il “Chelsea Flea Market” è invece luogo ideale dove scovare oggetti vintage e d’antiquariato.

Un mercato che coinvolge oltre 100 commercianti che qui si riuniscono da oltre 40 anni. Tra vecchie valige, machine fotografiche d’altri tempi e pezzi di antiquariato e modernariato pregiato, questo è sicuramente uno dei luoghi più noti. Aperto il sabato e la domenica dalle 9 alle 17.

Il “Gansevoort Market” è la mecca per la cucina proveniente da ogni parte del mondo. Circa 8000 metri quadrati di bancarelle, ristoranti e corner che offrono specialità di ogni tipo nel cuore del Greenwich village.

Un indirizzo da mettere in agenda, sia per un pranzo che una cena. E’ aperto tutti i giorni fino alle 22.

Mercati a New York

Di sicuro passerete davanti all’ insegna dell’immenso palazzo che ospita “Eataly”, marchio italiano di cibo ormai noto in tutto il mondo.

Nel segnalarvi questo posto vi posso dire che sono un po’ di parte perchè Eataly nasce proprio nella provincia di Cuneo dove vivo; in ogni caso non stupisce trovare il locale newyorkese sempre affollato ad ogni ora (Eataly è situato proprio davanti al “Flatiron Building”).

Prezzi alti, specialmente per il sushi, ma nelle calde giornate estive, e non solo, non sarà difficile scorgere la coda fuori dal locale adibito a gelateria. Un indirizzo per chi non rinuncia alla cucina italiana anche in viaggio, ad una cena con gli amici, ma mettendo in conto (nel vero senso della parola), prezzi decisamente alti.

Tra l’altro ne stanno aprendo un altro all’interno del nuovo “One World Trade Center”.

Mercati a New York

Altro mercato piuttosto famoso è il “Green Flea Market” situato in Columbus Avenue, tappa fissa per gli amanti dell’antiquariato e dei gioielli vintage; qui ci sono anche bancarelle di stampe d’epoca, oltre a street food.

Il mercato si svolge la domenica dalle 10 alle 17.30 del pomeriggio.

Indirizzo curioso, che mi ha indicato un’amica, è il “Brighton bazaar” che di fatto è un vero mercato russo dove trovare cibo tipico, tra aringhe, spezie del Mar Nero e prelibatezze oltre oceano.

Il mercato, che poi in realtà è più un supermercato secondo me, si trova a Brooklyn ed è aperto tutti i giorni.

Tornando a Manhattan, altro indirizzo dove curiosare tra oggetti d’arte e vintage, abbigliamento e design per la casa, è l’”Hell’s Kitchen Flea Market”, situato nell’omonimo quartiere di New York.

Il mercato si svolge, condizioni meteo permettendo, ogni sabato e domenica dalle 9 alle cinque del pomeriggio. Tra arredamento, oggetti in pelle e prodotti curiosi, è sicuramente un mercatino in cui trascorrere un paio d’ore a caccia di buoni affari.

Mercati a New York

Numerosi i mercati nelle zone di Brooklyn e Williamsburg, dove spero di poter fare un salto visto il mio imminente ritorno a New York, anche se temo che finirò felicemente imbrigliata tra i mercatini di Natale di Manhattan da dove sarà difficile uscirne a mani vuote.

Avete presente i bambini nei negozi di caramelle e i loro gridolii alla vista di cotanti dolciumi colorati?

Ecco io sono esattamente così, ma più alta per intenderci. Mi aggiro per mercatini tra uno “wow” e un “incredibile”, guardo e spesso tocco un po’ di tutto qua e la, e alla fine finisco sempre per rimanere ore a curiosare.

New York è come sempre un tripudio di luoghi e cose da fare e vedere, ma se vi avanza del tempo, o cercate un luogo a buon prezzo dove mangiare, alcuni mercati si possono rivelare davvero una buona soluzione alternativa ai ristoranti non propriamente economici.

Nel dubbio curiosate sul sito del Chelsea Market, alla voce shops, troverete una lista lunghissima di punti ristoro da farvi venire l’acquolina in bocca (sushi ovviamente compreso che io adoro!).

Mercati a New York

Mercati a New York

Mercati a New York

Leave A Comment

Your email address will not be published.