i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
ragazza-alla-pari

Fare la ragazza alla pari: consigli utili per vivere l’esperienza con una famiglia straniera

Avete mai pensato di trascorrere il periodo estivo come ragazza alla pari?
Un modo ideale, pensato appunto per le ragazze, per apprendere una lingua straniera direttamente in famiglia e diventare un ‘au-pair.

Un’esperienza di vita, all’inizio forse non semplice, ma che regala decisamente grandi soddisfazioni.

Ho chiesto ad una cara amica, che qualche anno fa è stata in Spagna come ragazza alla pari in una famiglia del luogo, quali sono state le sue sensazioni su questa esperienza.

Lei la definisce “una delle avventure più belle che abbia potuto fare durante gli studi universitari”.

Partita inizialmente con l’ottica di migliorare la lingua straniera, l’esperienza di ragazza alla pari si è trasformata in una certezza, quella di aver trovato un’altra famiglia in un posto nuovo nel mondo dove si è sentita da subito “a casa”.

Certo all’inizio la malinconia è tanta.
Mi dice che ha iniziato a piangere appena chiusa la valigia e ha continuato durante il viaggio in aereo, perché una cosa è dire “prendo e parto e vado tre mesi a casa di sconosciuti”, l’altra è farlo sul serio.

Non mancano gli imprevisti; i primi giorni poi, complice una pronuncia della lingua straniera arrugginita, a volte si ha difficoltà a farsi capire, ma poi ci si adatta a tempi e ritmi nuovi e il quotidiano diventa familiare.

Fare la ragazza alla pari vuol dire sapersi adattare, lasciare a casa le proprie abitudini ed aprirsi ad una nuova vita, cercando di farsi coinvolgere il più possibile dalla famiglia per apprendere al meglio la lingua straniera, ma soprattutto per inserirsi in un contesto culturale a volte molto diverso dal nostro.

E’ fondamentale sapere che l’esperienza di ragazza alla pari richiede responsabilità sui bambini che si guardano (nel suo caso erano due); bisogna entrare in sintonia e guadagnarsi la loro fiducia e soprattutto farsi capire il meglio possibile. E’ importante dare una buona impressione alla famiglia sin da subito, questa nuova realtà che di fatto diventerà un vero punto di appoggio per vivere appieno questa esperienza au-pair.

ragazza-alla-pari

Come fare per organizzare quest’esperienza di ragazza alla pari?

Innanzi tutto si deve avere un curriculum e una lettera di presentazioni ben fatti, precisi e dettagliati, e per questo consiglio di rivolgersi a chi è nel settore, come all’ agenzia traduzioni Milano, buon punto di partenza per organizzare il soggiorno au-pair.

Nella scelta della famiglia dove vivere questa esperienza, è bene valutare diversi fattori:

– quanti figli ci sono in famiglia e che età hanno, e soprattutto quante ore sono richieste nell’accudire i bambini.

– dove è situata la famiglia, se ci sono mezzi pubblici nelle vicinanze o zone di interesse, questo è fondamentale onde evitare di trovarvi in luoghi sperduti ed avere difficoltà negli spostamenti e nella gestione stessa della quotidianità.

Vivere alla pari all’estero con una famiglia è sicuramente un ‘esperienza che arricchisce, che permette di conoscere luoghi nuovi e di farlo con le persone del posto.

E’ un’avventura magica che vi porterete nel cuore perché, come mi racconta la mia amica Maddy, ancora oggi sente spesso i bambini ormai cresciuti e la famiglia che l’ha ospitata. Da un’esperienza di ragazza alla pari è nata un’amicizia, ed è anche per questo che fare l’au-pair regala grandi emozioni.

L’importante è non avere fretta nello scegliere la famiglia che si ritiene più giusta (per quanto possibile, perché purtroppo può capitare di sbagliarsi), perchè l’esperienza di au pair è sicuramente un’ottima occasione per entrare in contatto con persone nuove e conoscere luoghi, vicini e lontani, senza spendere un capitale.

Articolo scritto in collaborazione con FACI, agenzia di Milano che offre servizi linguistici di alta qualità, come traduzione, corsi di lingua, interpretariato, asseverazione e legalizzazione.

ragazza-alla-pari

ragazza-au-pair-agenzia-traduzioni-milano

ragazza-alla-pari

 

(@photocredit by pexels.com and pixabay.com)

Leave A Comment

Your email address will not be published.