i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.
la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare

Mi è capitato per caso di riascoltare questa vecchia canzone di Jovanotti che recita “La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare“…e a pensarci bene potrebbe essere davvero così.

Detto da una che soffre di vertigini dal terzo piano poi è strano, dovreste vedermi quando devo stendere i panni, sono terrorizzata!, per non parlare delle mie smorfie alla vista del Grand Canyon (tremarella inclusa).

Sarà per questo allora che ho voglia di volare, di essere sempre letteralmente tra le nuvole?

Sarà questa continua voglia di prendere un aereo che mi sprona a sfidare queste benedette vertigini?

Perchè lo ammetto una volta lassù io dal finestrino di un aereo non ho tutta questa paura di guardare di sotto, anzi mi trasformo letteralmente in una bambina e sgomito per arrivare al finestrino o allungo il collo che neanche una giraffa (per la gioia del vicino di posto)!

Poi però mi ritrovo a fare le giostre a Gardaland con gli occhi chiusi per la metà del tempo, ad imboccare una discesa ripidissima in bicicletta senza frenare pur di arrivare alla fine il prima possibile, insomma io e queste dannate vertigini ormai siamo una cosa sola.

Ma tant’è non mi fermano.

la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

Sarà che poi una volta tornata con i piedi per terra tutto si sistema, sarà che il panorama visto dall’alto è sempre una meraviglia, sarà che non ha senso volare fino a New York e poi tenere gli occhi chiusi una volta in cima alla “Top of the Rock” no?!.

Sarà che spalancare le braccia ed urlare a più non posso mentre scendo in picchiata sulle montagne russe è un’adrenalina pazzesca anche con gli occhi chiusi, sarà che questa voglia di volare è in me da sempre e le vertigini ad un certo punto si fanno da parte.

la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare
Oggi ho trascorso il pomeriggio con mio nipote e per caso mi è capitato tra le mani un vecchio album di disegni di quando avevo dodici anni.

Tra i miei vari tentativi di pittura astratta spunta un disegno che raffigura grattacieli immensi, terrazze sui tetti ed insegne luminose che sembrano raffigurare una Times Square iper colorata (che poi io a quell’età New York la conoscevo solo per il film “Mamma ho perso l’aereo”).

Comunque per dire, in quel disegno ci sono io su un tetto che guardo il cielo, e su quel tetto campeggia l’insegna pubblicitaria con la scritta Alitalia (non è promozione questa, giuro!).

Ora questa cosa mi fa un po’ sorridere perchè io a dodici anni soffrivo già di vertigini, forse più di adesso, e invece eccomi li ritratta su un tetto a guardare il panorama a fianco di un’insegna di una compagnia aerea.

Era scritto tra le stelle che avrei amato volare?!.

Scovare questo disegno, dopo tutti questi anni mi ha fatto davvero sorridere.

E in un attimo mi sono piombati addosso una miriade di ricordi.
Mia nonna che mi urlava di stare lontana dalla ringhiera del balcone visto che avevo paura di guardare di sotto, e mio nonno invece che mi incitava a guardare il cielo ripetendomi “chissà magari un giorno prenderai l’apparecchio anche tu (in piemontese apparecchio vuol dire aereo).

Al ritorno dal mio viaggio in Florida, dove di aerei ne avevo presi un bel po’ , mio nonno ricordo che mi disse “sai ho guardato in cielo per veder passare l’apparecchio su cui c’eri tu! che emozione”.

Ho sempre pensato che le vertigini, come qualunque altra fobia e paura mi avrebbero fermato un pochino, in fondo sono anche un po’ fifona io!

Ma alla fine eccomi qui, con la stessa voglia di partire di una volta e lo stesso entusiasmo di quando a dodici anni sfogliavo un atlante sospirando e ripetendomi che forse una parte del mondo l’avrei vista prima o poi.

Mio nipote è nato il mio stesso giorno e per certi versi mi assomiglia un sacco, sono felice di avergli trasmesso questa voglia di volare (oltre ad un caratterino piuttosto scontroso, ma noi scorpioni si sa, siamo veraci) e non ci crederete mai, ma anche lui ha un po’ le vertigini 😉

“La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare”

la4-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

la6-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

la-vertigine-non-e-paura-di-cadere-ma-voglia-di-volare

Leave A Comment

Your email address will not be published.