i Viaggi di Monique

Viaggiatrice per passione, consulente di viaggio per lavoro. Un blog di Monica Sauna.

Visitare Vienna in tre giorni

Visitare Vienna in tre giorni.

Un tuffo nel passato in una romantica città, dove l’atmosfera regale sopravvive ancora, ecco perché andare a Vienna.

Tre giorni per ammirare le bellezze della città, dal centro cittadino, il “Museo di Sissi”, situato all’ interno degli appartamenti imperiali della “Hofburg” alla residenza di “Schonbrunn”, qui sembra davvero di ripercorrere i fasti del passato.

Ma andiamo con ordine, perchè se Vienna compare meno rispetto alle altre capitali europee tra le mete in top list, il motivo è anche legato al fatto che le compagnie low cost più note non hanno voli diretti su Vienna, per lo meno non dal nord Italia.

COME ARRIVARE A VIENNA:

Vienna si raggiunge infatti con voli di linea Alitalia, Austrian Airlines, la compagnia di bandiera, e con la compagnia Lauda Air, affidabile e puntuale.

Il costo del biglietto varia in base alla stagionalità, ma se acquistato con largo anticipo non è caro.

Vienna si può inoltre raggiungere dal Nord Italia, da Milano o Venezia con il treno notturno, l’Euronight, ma c’è chi opta anche per un on the road in auto, anche se non è propriamente dietro l’angolo.

Arrivando a Vienna in aereo poi, si raggiunge il centro città comodamente e in poco tempo tramite il bus, o ancora meglio il treno che conduce alla fermata centrale della metropolitana Wien -Mitte, da dove ci si può muovere in tutta la città con i collegamenti della metro appunto (la linea arancione conduce verso il centro città).

DOVE DORMIRE A VIENNA:

Con un po’ di fortuna, ed un’offerta vantaggiosa, io avevo soggiornato al “Rathauspark hotel”, un elegante albergo in centro città situato in un palazzo storico dell’ Ottocento davvero molto elegante, proprio nel’omonima piazza a due passi dalle vie principali di Vienna.

Ricordo ancora la ghiotta colazione ricca di dolci, biscotti e frutta fresca.

L’offerta alberghiera è molto alta e molto variegata; ci sono soluzioni economiche in ostello, in hotel di categoria media, ma il mio consiglio è sempre quello di optare per soluzioni centrali e comode per visitare la città.

La zona di Mariahilf e Neubau, non lontane dal centro, hanno una buona proposta alberghiera.

COSA VISITARE A VIENNA IN TRE GIORNI:

Avendo pernottato tre notti a Vienna, che possono sembrare troppe, ma in realtà non lo sono affatto, ho potuto sfruttare appieno i tre giorni a disposizione (escluso il giorno della partenza) per visitare al meglio la città tra Musei, Palazzi storici, negozi tipici e residenze reali da sogno.

Organizzare un itinerario, a piedi, in bicicletta (clima permettendo), o in metropolitana, per visitare Vienna è piuttosto semplice perchè la zona più turistica, in termini di cosa vedere è centrale, e questo permette in di visitare quanto più possibile senza grandi spostamenti (esclusa la residenza di Schonbrunn).

I tempi di visita poi dipendono dai Musei, perchè se optate per una visita intera all’ Hofburg, allora spenderete più di una mezza giornata per ammirare e visitare i 18 edifici che compongono questa meraviglia storica, dove vi sembrerà davvero di tornare indietro nel tempo.

In realtà delle oltre 2500 stanze della residenza imperiale HOFBURG, solo una ventina sono visitabili ed aperte al pubblico, incluse le stanze reali della principessa Sissi.

Dai palazzi sontuosi nel centro città, dove emerge con le sue guglie  il Duomo di “Santo Stefano”,  alle vie dei negozi alla moda, sono stata rapita dalla bellezza dei musei nel “MuseumsQuartier” e dal “Museo di Sissi” (se siete fortunati ad avere una guida che parla anche un po’ d’italiano, il tour tra le stanze della Principessa è davvero divertente).

visitare-Vienna

visitare-Vienna

visitare-Vienna

Non sono solita visitare Musei quando ho poco tempo a disposizione, ma ci sono città dove faccio delle eccezioni, come a Vienna (e Parigi).

Amo la musica classica, da bambina suonavo il pianoforte, e amo la storia dei reali, ecco perchè Vienna mi ha affascinata ed ecco perchè ho visitato davvero tantissimi Musei e luoghi storici.

Come la “Casa della Musica”,  dove mi sono persa completamente per ore. La Hausdemusik è infatti un Museo atipico dove, tra percorsi interattivi e sonori, la musica si ascolta, si suona e ci si può calare nei panni di un direttore di orchestra. Armeggiando una bacchetta per dirigere proprio un’orchestra virtuale, ottenendo fischi o applausi da una platea, anch’essa virtuale, che addirittura si alza e se ne va se si fa un pessimo lavoro.

La zona del Museum Quartier, dietro le scuderie imperiali, è un quartiere vero e proprio contenitore di arte, eventi e mostre.

Tra le cose da visitare a Vienna in tre giorni, la Ringstrasse, un lungo viale bordato da giardini ed edifici, tra cui l’imponente Parlamento ed il Belvedere, il castello circondato da giardini favolosi, forse il massimo splendore tra i gioielli barocchi della città, edificato nel 1700.

Il Graben, ovvero il cuore della città di Vienna, e li Prater, luogo di ritiro amato dai viennesi tra giardini e il luna Park, dove si trova la celebre ruota panoramica di Vienna.

Anche le cosiddette “case pazze” Hundertwasserhaus sono un’icona imperdibile tra le cose da vedere a Vienna in tre giorni, anche se personalmente queste casette colorate non mi hanno fatta impazzire.

Ciò che ho amato di Vienna, come vi dicevo, è l’atmosfera regale che si respira unita alla musica classica, e non potevo non visitare i luoghi culto di icone come Mozart, Shubert e Strauss  e Beethoven.

VISITARE SCHONBRUNN A VIENNA:

Menzione a parte per la residenza reale di SCHONBRUNN, luogo simbolo di Vienna e massimo splendore della dinastia degli Asburgo.

Visitare Schonbrunn è davvero magnifico, per chi appunto come me ama questo genere di cose. Importantissimo! Acquistate il biglietto di ingresso prima del vostro arrivo perchè ovviamente la fila è lunghissima e difficilmente si entra senza prenotazione.

Io sono stata a Vienna tantissimi anni fa, e allora avevo optato per un tour con guida inglese in pullman della durata di un giorno. Un tour che prevedeva l’ingresso e la visita guidata di Schonbrunn, e al ritorno in città, la visita del Belvedere.

In realtà si arriva comodamente a Schonbrunn in metropolitana, linea U4, oppure in autobus, quindi potete acquistare il ticket prima del vostro arrivo a Vienna e poi visitare il Palazzo in autonomia. Sul sito ufficiale trovate tutte le informazioni per organizzare la visita.

visitare-vienna-schonbrunn

cosa-vedere-vienna-tre-giornivisitare-vienna-3-giorni

Vienna si visita tranquillamente a piedi, forse il modo ideale per entrare in contatto con la sua magia, fatta di palazzi eleganti, di carrozze trainate dai cavalli che si aggirano per il centro città; di caffè storici e pasticcerie meravigliose.

Già perchè da buona golosa vuoi non mangiare una fetta della famosa torta Sacher nell’omonimo Hotel Sacher?

I clichè in fondo non sono mai da ignorare, ed in questo caso Vienna si è davvero dimostrata all’altezza delle mie aspettative, anzi ancora meglio.

Se vi avanza del tempo in questi tre giorni di visita della città, vi consiglio una passeggiata nello Stadtpark, il parco cittadino più antico che si snoda lungo il fiume Wien, dove si trova anche il celebre monumento dorato di Johann Strauss che suona il violino.

Scattate una foto romantica vicino al roseto nel parco Volksgarden, oppure fermatevi ad assistere a spettacoli o al vero e proprio addestramento dei cavalli all’interno dell’Hofburg nell’edificio “Spanische Hofreitschule”, dove si trova appunto il maneggio della Scuola Spagnola di addestramento.

Io sono stata a Vienna in occasione della Pasqua, in un freddo marzo di tanti anni fa, ma ammirando gli scatti della città addobbata per Natale, sembra davvero meravigliosa e ammetto che tornerei volentieri.

visitare-vienna-caffè-storici

visitare-Viennavisitare-Vienna sacher e musica

visitare-Vienna

visitare-Vienna

visitare-Vienna

visitare-Vienna

visitare-Vienna

1 Discussion on “Visitare Vienna in tre giorni”