Menu
Proposte di Viaggio

Valle d’Aosta cosa vedere in un weekend di relax

Valle d’Aosta cosa vedere in un weekend di relax in tre giorni.

Una mini vacanza per visitare cittadine e borghi montani, e concedersi momenti di benessere e relax alle terme.

La Valle d’Aosta è una regione che ha molto da offrire, a chi ama lo sport, lo sci invernale, la natura, ma anche a chi, come me, predilige un weekend romantico in completo relax tra bellissimi chalet e momenti alle terme.

Anche se non è molto lontana da dove vivo, in realtà la Valle d’Aosta è una meta in cui non vado da anni, e spero di recupare presto perchè sia durante l’autunno, nel cuore del foliage, che in inverno, regala davvero angolini magici e suggestivi.

Un piccolo itinerario per scoprire le località principali in Valle d’Aosta in un weekend di relax in tre giorni:

Giorno 1: prima destinazione del vostro weekend in Valle d’Aosta è ovviamente Aosta, cittadina carina che si visita in tranquillità in mezza giornata, tra una passeggiata in centro ed una visita al Teatro Romano. Concedetevi una pausa pranzo con menù tipico a base di polenta e poi ritagliatevi del tempo, direi il tardo pomeriggio, per andare alle famose Terme di Pré-Saint-Didier (la piscina termale esterna, dove immergersi in acqua calda, magari al tramonto, è davvero suggestiva).

Note pratiche: sul sito delle terme trovate le diverse tipologie di ticket di ingresso, suddivise tra giornaliere, serale o sotto le stelle. La prenotazione è consigliata, ed è bene valutare ora, vista la situazione Covid, quali sono le normative e le modalità di accesso (al momento i bagni di vapore sono sospesi).

Aosta è una cittadina piuttosto piccola e si visita davvero in poche ore, e visto che parliamo di weekend relax, godetevi la giornata con lentezza e scegliete un ottimo posticino dove dormire, magari un tipico chalet (attenzione in altissima stagione solitamente gli chalet richiedono un numero di notti fisso).

Vi suggerisco il b&b “Abris des Amis” a Courmayeur, un piccolo gioiellino.

Giorno 2: se avete pernottato in zona Aosta, iniziate la vostra giornata con la visita di Cogne, tipico borgo montano ai piedi del Parco del Gran Paradiso. Per chi ama la natura ovviamente le cose da fare sono davvero molte, tra trekking ed immersione nella natura, ma rimanendo in tema relax, potete dedicare a Cogne qualche ora e fermarvi per pranzo, per poi proseguire verso il lago di Arpy.

Tanti sono i laghi che si trovano in Valle d’Aosta, ho scelto perchè questo perchè vorrei davvero andarci in questo autunno ed ammirare il panorama. Il lago di Arpy è un lago montano a 2000 metri che si raggiunge comodamente con una passeggiata di meno di un’ora tra i boschi, e regala una scenografia incredibile con la vista del Monte Bianco.

Nel tardo pomeriggio vi consiglio un aperitivo a Courmayeur, una vera chicca. Rinomata, chic, forse un po’ “snob”, ma decisamente molto caratteristica e carina durante l’inverno e le festività natalizie (ricordo un capodanno di tanti anni fa proprio a Courmayeur). Passeggiate in via Roma, la via principale, un caffè o un aperitivo al “Caffè della Posta” e poi rientrate per cena scegliendo un ristorante, magari usando l’app “The Fork” che io uso un sacco e dove si trovano spesso sconti e promozioni.

Lungo la strada per arrivare a Courmayeur, fermatevi a Etroubles, piccolo borgo di ciottoli inserito nella lista dei “borghi più belli d’Italia”.

Giorno 3: dovendo rientrare, nel mio caso in Piemonte, l’itinerario di questo weekend di relax in Valle d’Aosta prevede ancora un paio di soste.

La prima al Castello di Fénis, a cui vi rimando al sito ufficiale per gli orari ed i giorni di apertura che variano in base alla stagionalità; e poi una sosta dedicata ancora alle terme, questa volta a St. Vincent.

Se invece non avete tempo/voglia di fermarvi alle terme, concedetevi una passeggiata tra le vie della cittadina, piuttosto silenziosa, e poi dirigetevi al Col de Joux, un passo boscoso ideale da ammirare con i colori dell’autunno e perfetto per chi ama la natura. Ci sono diversi tipi di sentieri, ma potete anche solo passeggiare lungo il laghetto artificiale e godervi i colori del foliage.

Se vi rimane del tempo, e se è comodo per voi lungo la strada, fate una sosta anche al Forte di Bard, un complesso monumentale davvero scenografico. I parcheggi ai piedi del forte sono a pagamento, ma se trovate posto, potete tranquillamente lasciare l’auto ai parcheggi più in basso e raggiungere il forte in pochi minuti a piedi. Anche qui, per via del Covid, è bene informarsi nel caso sia necessaria o meno la prenotazione per la visita.

Sono pochi tre giorni per inserire altre tappe per visitare la Valle d’Aosta, questo è solo un assaggio delle locations principali per godervi un weekend di relax tra terme e cittadine.

Diverso l’itinerario se scegliete la Valle d’Aosta per la vostra vacanza invernale e per lo sci; dal Monte Bianco al Cervino, da La Thuile alla Valtournenche, le destinazioni sono tante e variegate.

Per chi vuole concedersi un weekend tra baite e chalet in inverno, date un’occhiata a questo post per sentirvi ispirati.

No Comments

    Leave a Reply