Menu
Diari di Viaggio / Europa / Proposte di Viaggio

Irlanda: 3 itinerari in auto alla scoperta dei luoghi più belli

3-itinerari-in-auto-irlanda-consigli

Irlanda: 3 itinerari in auto alla scoperta dei luoghi più belli.

Irlanda, terra affascinante, ricca di cose da vedere tra castelli, manieri, scenari mozzafiato, città e natura che lasciano il segno. Uno di quei luoghi in cui sicuramente non basta andarci solo una volta perché le bellezze che offre sono davvero numerose, tra distese di prati e pascoli, con quel clima oceanico che spesso può regalare pessime sorprese tra vento, pioggia e nuvole, ma si è ripagati dalla meraviglia della natura. Un viaggio lento, on the road in auto, o perché no magari in camper, tra i luoghi più o meno noti, da nord a sud, da est a ovest, in un Irlanda tutta da scoprire in circa 8/10 giorni (il minimo a mio avviso per un’infarinatura del Paese).

Ho pensato di suggerirvi 3 itinerari in auto alla scoperta dei luoghi più belli in Irlanda, ma ovviamente si tratta di consigli personali, quindi potete pensare di mixare gli itinerari in base al tempo che avete a disposizione e soprattutto in base a cosa volete visitare e quanto siete disposti a guidare ogni giorno per spostarvi, ricordandovi che la guida è a sinistra e forse inizialmente serve prendere un po’ di confidenza con le strade.

Irlanda: 3 itinerari in auto alla scoperta dei luoghi più belli.

Gran Tour dell’Irlanda – tempo a disposizione minimo 10 giorni

1° giorno: Dublino
Il viaggio inizia e termina a Dublino, raggiungibile con diversi voli low cost o di linea dall’Italia; come sempre è bene cercare i voli con anticipo, sarà che io ho sempre trovato quote piuttosto alte da Torino o Milano. Consiglio due notti di soggiorno, cosi da curiosare tra i quartieri più vivaci della città, come Temple Bar e ovviamente non perdersi la visita alla Biblioteca del Trinity College, pazzesca.

3° giorno: Dublino e dintorni (50 Km circa)
Dopo due giornate intere dedicate alla scoperta della città, vi consiglio di dedicarvi ai piccoli villaggi di pescatori come Howth e una visita al castello di Malahide, non lontani da Dubino, che distano tra loro circa mezz’ora di viaggio. Un primo assaggio della costa irlandese, anche se si tratta di mete decisamente turistiche, ma vi permettono di rientrare a Dublino per la notte.

4° giorno: Dublino / Kilkenny (170 km)
Direzione Kilkenny, ma lungo la strada vi suggerisco di sostare a Glendalough per una visita ai resti del sito monastico di St. Kevin dove l’atmosfera è decisamente mistica. Kilkenny, sulle rive del fiume Nore, vi accoglierà con il suo castello medievale meraviglioso e con il suo centro cittadino e le sue piccole vie che sono davvero una perla; cittadina vivace e frizzante, non perdete una visita alla Rothe House signorile testimonianza dell’epoca Tudor, e alla St. Canice’s Cathedral, una delle più grandi d’Irlanda. Non mancano eventi e festival in programma a Kilkenny, cittadina famosa anche perché considerata patria di molte streghe. Sul dove dormire a Kilkenny, cercate con largo anticipo un luogo dove soggiornare, un tipico b&b della zona, o se preferite qualcosa di charme, il Butler house hotel è un indirizzo super carino.

5° giorno: Kilkenny / Kerry (220 km)
Direzione sud per visitare la rocca di Cashel, conosciuta anche come la Rocca San Patrizio e il castello di Cahir, uno dei più grandi castelli in Irlanda risalente al 1142, tra l’altro location scelta anche per diversi esterni del film Excalibur. L’itinerario, dopo la visita al castello, prosegue verso Killarney, cittadina famosa per i suoi pub dove merita fare una sosta. Il pernottamento è consigliato a Kerry o nei dintorni per l’itinerario previsto per il giorno successivo. Se avete più tempo a disposizione, aggiungendo ovviamente chilometri in più, potete allungare il vostro percorso e spingervi a Cork, per poi arrivare a Kerry la mattina successiva per esempio.

giorno: Ring of Kerry (160 km)
Giornata interamente dedicata alla scoperta del “Ring of Kerry”, un percorso circolare che si snoda tra piccole baie, scogliere e montagne con punti panoramici scenografici e imperdibili, come il Lady’s View. Se il clima lo permette, optate per un’immersione nella natura nel vicino il National Park di Muckross, per poi visitare Kenmare e i villaggi di pescatori di Glenbeigh e Killorglin. Una giornata ricca di cose da fare e vedere in questo primo itinerario in Irlanda per un assaggio di natura e scenari mozzafiato. Consiglio di pernottare a Kerry.

7° giorno: County Kerry / County Clare (250 km)
In partenza per visitare la penisola di Dingle, il cui punto più occidentale è lo Slea Head con vista mozzafiato sulle isole Blasket. Da non perdere il Bunratty Castle del ‘400 e, ai suoi piedi, il più antico pub irlandese, il Dirty Nelly; e poi la ricostruzione di un vero villaggio irlandese dell’800, il Folk Park, piuttosto turistico quindi valutate se fa per voi. Pernottamento a County Clare o nei distorni.

8° giorno: Direzione Galway (115 km)
La prima tappa d’obbligo in questa giornata sono le Cliffs of Moher, le spettacolari scogliere che sono rifugio di un’infinità di uccelli mariniPrendetevi il vostro tempo per ammirare i panorami della zona, guidate con lentezza per poi raggiungete Galway e le sue casette a colori pastello, e i suoi numerosissimi pub. B&b, hotel, ostelli e appartamenti, la scelta sul dove dormire a Galway è piuttosto ricca, date un’occhiata al “Sea Breeze Lodge” carino e comfortevole.

9° giorno: Connemara
Arriviamo alla scoperta di una delle zone più gettonate dell’Irlanda, la la zona del Connemara percorrendo la Sky Road vicino a Clifden; se il clima lo permette e il tempo a disposizione anche, valutate di imbarcarvi per le isole Aran in alternativa, anche se i panorami scenografici del Connemara sono davvero imperdibili a mio avviso. Dovendo rientrare a Dublino il giorno successivo, valutate di pernottare a Galway per la notte.

Irlanda: itinerario di 7 giorni nel sud ovest

Un itinerario che inizia e termina sempre a Dublino, ma dopo la visita della città’ di un paio di giorni, vi consiglio di dirigervi a Galway per poi proseguire alla scoperta del Connemara seguendo l’itinerario descritto qui sopra.

4° Burren e le Scogliere di Moher Kerry (300 km + traghetto)
Il quarto giorno (o quinto a seconda di quante notti avrete dedicato a Dublino) si parte per la strada costiera di Black Head  attraverso il caratteristico paesaggio lunare del Burren, destinazione le scogliere di Moher. Una giornata ricca che vi porterà verso sud attraverso Lahinch e Kilrush e successivamente in traghetto da Killimer a Tarbert. per poi pernottare nella zona nella contea di Kerry. Attrazioni suggerite: Scattery Island (raggiungibile in 15- 20’ di traghetto da Kilrush Marina, meteo permettendo); il giardino vittoriano Victorian Vandeleur Walled Garden.

5° giorno: Kerry (160 km)
Per questa giornata potete valutare due opzioni di itinerario:
1) la Penisola di Dingle, dedicandovi alla vista dei più bei paesaggi costieri, oltre ai suoi monumenti celtici e le chiese cristiane. Attrazioni suggerite: la spiaggia di Inch; il Centro Blasket; il sito paleocristiano Gallarus Oratory.
2) il Ring of Kerry, nella penisola di Iveragh.

6° giorno: Kerry / Cork (200 km)
Direzione Cork e lungo la strada se volete potete sostare a Kenmare per una visita alla fabbrica del salmone affumicato Star Outdoors e proseguire fino alla cittadina di Bantry. Non abbiate fretta di raggiungere Cork, dedicate del tempo anche a Skibbereen e Clonakilty e alla visita dei Giardini di Ilnacullin sulla Garinish Island. Pernottamento a Cork

7° giorno: Cork / Dublino (275 km)
Dedicate la giornata alla visita di Cork per poi rientrare a Dublino dove passare la notte prima del vostro volo di rientro.

Itinerario in auto da Dublino all’Irlanda del Nord

Un itinerario inusuale, forse meno gettonato, ma non per questo meno affascinante.

Si atterra sempre a Dublino dove si noleggia l’auto per poi proseguire Garlway e successivamente il Connemara.

4° Clifden / Donegal (225 km)

Visitate il Connemara National Park e la Kylemore Valley con l’omonima abbazia, per poi proseguire verso nord e arrivare Donegal, la patria del tweed, dove consiglio di pernottare cosi da poterla visitare al meglio il giorno successivo.

5° giorno: Contea di Donegal (280 km)
Intera giornata dedicata alla visita della contea di Donegal, la zona più selvaggia e solitaria dell’Irlanda con le sue coste frastagliate e le Slieve League, le più alte falesie d’Europa, oltre al Glenveagh National Park con l’omonimo castello. 

6° giorno: Donegal / Irlanda del Nord (305 km)
In direzione nord potete fare una sosta a Dunluce per visitare il castello e Bushmills con la distilleria di whiskey più vecchia del mondo. Le città più importanti della contea sono Armagh e Belfast, con i suoi splendidi Giardini Botanici i “Botanic Gardens” e la bella chiesa cattolica di S. Malachia. Pernottamento a Belfast.

7° giorno: Irlanda del Nord / Dublino (190 km)
Dopo aver visitato Belfast, ci si sposta verso sud visitando Newgrange, una straordinaria necropoli del 4000 a.C. molto ben conservata, oppure a Trim, dove sorge il più grandioso castello normanno d’Irlanda. In arrivo a Dublino valutate ancora una notte di pernottamento.

Questi tre itinerari on the road in Irlanda sono organizzati dal tour operator con cui collaboro come agente di viaggio; itinerari collaudati, che riescono a offrire una panoramica delle meraviglie dell’Irlanda. Non è da considerarsi come una meta prettamente low cost, ma un viaggio in camper può essere una valida alternativa per risparmiare sul soggiorno per esempio, anche se parte del fascino del mio viaggio per me sono proprio gli angolini carini dove dormire. Come sempre consiglio di prenotare con largo anticipo, soprattutto se si pensa a un viaggio in Irlanda in estate o nei periodi legati alle festività.

Per preventivi, itinerari su misura e consigli di viaggio, scrivetemi.

No Comments

    Leave a Reply