Menu
Diari di Viaggio

Dove dormire alle Cinque Terre e come spostarsi

cinque-terre-visitare-riomaggiore

Le Cinque Terre per me sono una meta ideale per un weekend, non troppo lontane da casa, negli anni sono state un perfetto break soprattutto in primavera, quando sono meno affollate.

Manarola, Monterosso, RiomaggioreCorniglia e Vernazza sono le perle della Riviera di Levante in Liguria e sarà scontato dirlo, ma una volta li vi sembrerà davvero di camminare in una cartolina colorata bellissima. Prima di darvi alcuni consigli pratici su cosa vedere e come spostarsi alle Cinque Terre, è bene scegliere con cura dove dormire in questa zona.

I piccoli borghi hanno infatti un’offerta alberghiera piuttosto limitata per la loro dimensione, e per quanto possiate trovare b&b, piccoli hotel o appartamenti privati, a volte le tariffe sono piuttosto alte e in alcuni periodi dell’anno è quasi impossibile trovare posto.

La prima cosa da considerare, se volete dormire proprio nel territorio delle Cinque Terre, da Riomaggiore a Manarola, è il mezzo di trasporto che decidete di utilizzare in quanto l’auto è davvero sconsigliata soprattutto nei periodi di alta stagione. Ecco perché io preferisco pernottare in zone come La Spezia, comoda se provenite da sud, o Levanto, ma anche Sestri Levante e Sarzana, sebbene più distanti.

Se l’hotel scelto alle Cinque Terre dispone di parcheggio o può indicarvi una zona di sosta, allora potete prendere in considerazione il tutto, altrimenti potendovi spostare comodamente in treno, io vi consiglio di valutare una soluzione alternativa per dormire alle Cinque Terre.

COME ARRIVARE ALLE CINQUE TERRE E COME SPOSTARSI:

Dal 16 marzo al 5 novembre 2024 entra in vigore il servizio ferroviario Cinque Terre Express che collega le stazioni di Levanto e La Spezia alle Cinque Terre comodamente in treno, il tutto acquistando un biglietto di corsa singola, o ancora meglio il servizio di abbonamento dedicato. La Cinque Terre Treno MS Card è ottimale perchè consente di fare viaggi illimitati in seconda classe sulla tratta ferroviaria Levanto – Cinque Terre – La Spezia, così da visitare i borghi principali della zona.

Mi rendo conto che nel caso di bagagli numerosi, o la presenza di bambini piccoli e passeggini la soluzione in treno può essere meno comoda, pertanto ho pensato di segnalarvi dove dormire alle Cinque Terre sia all’interno dei borghi, che nelle vicinanze.

Vi segnalo inoltre che nella bella stagione potete anche spostarvi a bordo del battello, la linea dei traghetti percorre infatti le corse da Levanto, La Spezia, Portovenere e Lerici, mentre dai borghi delle Cinque Terre partono i battelli che fanno la spola tra l’uno e l’altro, permettendovi così di spostarvi anche via mare e ammirare il panorama da un’altra prospettiva (trovate indicazioni sul sito ufficiale).

Dove dormire alle Cinque Terre – MANAROLA

Tra le mie preferite, Manarola sembra quasi scolpita nel promontorio in cui è inserita. Una piccola perla con le sue case colorate che sbuca tra le rocce e guarda verso il mare. Frazione di Riomaggiore, Manarola è un incanto e sembra davvero l’immagine di un dipinto ad olio.

Perfetta per un romantico weekend, dormire a Manarola può essere meno pratico, ma se trovate posto nella cornice del Il Sogno di Manarola by The First”, potrete godere di una vista panoramica incredibile, e se siete fortunati trovare una tariffa non troppo esosa fuori stagione (verificate ad aprile o da metà ottobre).

Trovate numerose proposte di affittacamere, ma in generale le tariffe per pernottare a Manarola sono piuttosto alte. Segnatevi anche il “Manarola Sea View” e l'”Affittacamere Ambrosia”, perfetti per un dolce weekend in Liguria.

Dove dormire alle Cinque Terre – VERNAZZA

Forse tra i borghi più pittoreschi delle Cinque Terre, sicuramente tra i più fotografati e frequentati, Vernazza è perfetta per un weekend. Unico porto naturale delle Cinque Terre, il suo piccolo centro regala case colorate e sviluppate in altezza, oltre a fortificazioni medievali e le tipiche scalinate che si inerpicano lungo la strada principale del borgo. Dormire a Vernazza non è economico, è la meta più affollata, e difficilmente potete concedervi un po’ di relax una volta ritirati nelle vostre stanze in centro.

La grande difficoltà è il parcheggio arrivando in auto, quindi prima ancora di verificare la disponibilità camere, valutate se la struttura dispone di un’area dedicata per la sosta.

Non ho indirizzi da segnalare dove dormire a Vernazza, ci sono tante proposte private, date sempre un’occhiata alle recensioni recenti, oltre a verificare l’esatta ubicazione del luogo ed eventuali scale/salite da percorrere che qui non mancano.

Dove dormire alle Cinque Terre – MONTEROSSO AL MARE

I miei ricordi dei weekend alle Cinque Terre sono piuttosto sbiaditi, è passato del tempo, ma la bontà della focaccia ligure appena sfornata e mangiata passeggiando per le stradine di Monterosso al Mare, ecco quella la ricordo molto bene.

Monterosso al Mare è il borgo più grande in termini di dimensioni delle Cinque Terre, e anche il più antico. Non mancano le tipiche case colorate nei toni del giallo, arancione, rosso e rosa, e potete ammirare la parte più recente, Fegina visitando Villa Montale, dove visse il poeta/scrittore.

Da Monterosso al Mare partono poi numerosi percorsi naturalistici davvero molto belli, ma in questo non posso aiutarvi con alcun consiglio avendo preferito una breve sosta nella spiaggia cittadina.

Anche qui trovate indirizzi di lusso dove dormire alle Cinque Terre, ma non mancano b&b, affittacamere e piccoli hotel perfetti per dormire a Monterosso al Mare come “Villa Accini”, o l’hotel “La Rosa dei venti” e la vista mare di “Villa Tanca”.

Dove dormire alle Cinque Terre – RIOMAGGIORE

La prima cosa che associo al borgo di Riomaggiore è la Via dell’Amore, che ho percorso per la prima volta quando avevo circa quattordici anni in occasione di una gita scolastica. La passeggiata è un vero e proprio percorso, di circa un chilometro, che va da Riomaggiore a Manarola percorrendo un sentiero con vista panoramica sul mare, tra natura selvaggia e uno scenario davvero unico (un po’ meno se come me soffrite di vertigini).

Bisogna però verificare sempre le condizioni del terreno e l’apertura del sentiero, solitamente è percorribile solo una parte a causa di frane che non sono insolite per via del maltempo. Vi rimando quindi al sito ufficiale del Parco delle Cinque Terre da consultare per informazioni aggiornate.

Ottimo punto di partenza per salire a bordo dei battelli ed esplorare le Cinque Terre, Riomaggiore richiama molto turismo e ha un’offerta alberghiera e ristorativi sicuramente più ricca dei borghi limitrofi. Numerose le camere in affitto e gli appartamenti, carino l'”Agave Room Rental” e la “CasAmare”.

Come sempre il consiglio è quello di prenotare con largo anticipo per dormire alle Cinque Terre, ma io onestamente preferisco pernottare in zone come Levanto o comunque luoghi comodi da dove prendere il treno o il battello per visitare i borghi.

Dove dormire alle Cinque Terre – LEVANTO e LA SPEZIA

Levanto, cittadina situata a circa cinquanta minuti di treno da Riomaggiore, offre numerosi soluzioni per pernottare, da affittacamere a hotel molto carini come il tre stelle “Oasi hotel’ e “l’Antico Borgo b&b” da cui si gode una bellissima vista sul golfo.

L’alternativa, per chi proviene dalla Toscana per esempio, è quella di dormire a La Spezia, situata invece a sud delle Cinque Terre, punto di partenza ottimale anche per visitare Portovenere. Trattandosi di una città molto grande, l’offerta alberghiera è molto elevata e per tutte le tasche, trovate le strutture di catene come gli NH hotel, b&b e agriturismi, e alberghi moderni come il “The Poet hotel”. “Villa Nina” e “Villa Mara” sono invece indirizzi ideali se cercate una sistemazione vista mare.

In estate non mancano le crociere giornaliere che raggiungono i porti dei borghi delle Cinque Terre, quindi ecco che dormire anche a Portovenere o vicino a Portofino può essere una soluzione alternativa per poi imbarcarvi e godere delle meraviglie del mare e dei panorami.

Se il tempo a disposizione per visitare le Cinque Terre è poco, solo un weekend, vi consiglio di non allontanarvi troppo così da non perdere troppo tempo con gli spostamenti in treno, bus o via mare.

Per scoprire altre zone della Liguria, tra borghi storici e angoli ideali per un romantico weekend, vi rimando a un altro articolo qui sul blog, mentre se volete ricevere la mini guida con 100 indirizzi dove dormire in Italia per un il weekend, contattatemi via email per riceverla.

No Comments

    Leave a Reply