Menu
Lifestyle

Libri da leggere quest’estate: 15 romanzi da portare in vacanza

-libri-leggere-questa-estate-sotto-ombrellone-vacanza

Libri da leggere quest’estate: 15 romanzi da portare in vacanza.

Da leggere sotto l’ombrellone, sdraiati all’ombra in un prato in montagna o fronte lago; su un’amaca in campagna o semplicemente a casa, in un momento di relax. In quest’ultimo anno ho avuto decisamente molto tempo libero, con il lavoro ancora in stand-by, e nei mesi scorsi vi avevo consigliato 15 titoli da leggere in primavera, tra romanzi rosa e narrativa.

La primavera è stata per me ricca di sorprese, con la pubblicazione del mio libro“A volte Parigi e l’amore non bastano” (e io sono grata!).

E’ facile intuire quali sono le letture che amo dando un’occhiata alla mia libreria colma di romanzi rosa; da Daniela Farnese ai romanzi di Nicolas Barreau che mi trasportano a Parigi; da romanzi rosa inglesi alla scrittura di Nicholas Sparks. Ma anche i classici di Jane Austen, Shakespeare, Fitzgerald e un Balzac impolverato che sbuca fuori dal baule dove sono riposti vecchi libri.

E dire che da ragazzina ho avuto anche la fase di Nietzsche e Schopenhauer, e divoravo testi filosifici tra un libro di scuola e l’altro, e di recente ho ripreso a leggere proprio alcuni aforismi sulla vita di quest’ultimo.

Ma l’estate per me è sinonimo di leggerezza e in vacanza i libri che scelgo di portare con me sono solitamente divertenti, leggeri, frizzanti, che regalano sorrisi e qualche emozione.

Ho pensato così di stilare un elenco personalissimo di libri da leggere quest’estate, inserendo anche alcuni suggerimenti che ho ricevuto su Instagram da chi mi segue e ama leggere. Non si tratta di titoli recenti, in cima alle classifiche, anzi la maggior parte sono libri usciti diversi anni fa, alcuni di questi sono nella mia libreria, altri mi sono rimasti nel cuore letti tempo fa quando ero solita prendere in prestito i libri in biblioteca.

Libri da leggere quest’estate: 15 romanzi da portare in vacanza.

“LE BALENE MANGIANO DA SOLE” di Rosario Pellecchia

La trama recita così: bicicletta, cuffie con la musica e via, verso la prossima consegna. Napoletano ventitreenne trapiantato a Milano, Genny, di professione rider, ha l’abitudine di fare un gioco: indovinare il tipo di persona che gli aprirà la porta in base al cibo che ha ordinato. Quei pochi secondi in cui sbircia nella vita degli altri, fermo sulla soglia della loro casa, sono per lui una tentazione irresistibile, ed è difficile che sbagli a tracciare un profilo. Una sera però, incontra Luca, dodici anni, capelli a spazzola con un po’ di crestina, maglia del Napoli e un secchio grande di pollo fritto di Crispy World da mangiare da solo. La madre è uscita, il padre non c’è mai stato: è in un posto lontano a nutrire le balene, o almeno così gli hanno detto fin da piccolo.

Un libro che è stato definito “una coccola”, e che mi ispira molto, Un tono leggero, un romanzo che si divora, ma che fa pensare.

“VOLEVO SOLO ANDARE A LETTO PRESTO” di Chiara Moscardelli

Ho letto quasi tutti i libri di questa autrice, per me davvero divertente. Ogni suo libro è colmo di risate, momenti imbarazzanti in cui si ritrova perennemente la protagonista, surreali e pieni di humor. Come questo libro, un po’ un “giallo”, un po’ alla “Bridget Jones”, pieno di momenti esilaranti grazie alla penna di un’autrice che allieta.

Da leggere anche i noti “Volevo essere una gatta morta” e i due titoli di “Teresa Papavero”.

“UN TE’ A CHAVERTON HOUSE” di Alessia Gazzola

Una tenuta inglese, del tè, e una tra le autrici più note del momento. Consiglio dì inserirlo nella lista tra i libri da leggere quest’estate, soprattutto in quelle giornate troppo afose quando viene voglia, almeno a me, dì catapultarmi in un’atmosfera bucolica e meno calda un Inghilterra . Raccomandato da molte lettrici, un romanzo rosa in una location che ricorda le sorelle Brontë. Ho letto alcuni romanzi dell’autrice, alcuni non proprio nelle mie corde, ma questo è davvero carino, e viene voglia di gironzolare per villaggi inglesi quest’estate per che me voglio sfuggire al caldo torrido.

“VOLI ACROBATICI E PATTINI A ROTELLE” di Fannie Flagg

Ve lo ricordate il famoso libro, nonchè film, “Pomodori verdi fritti “?

Beh, se non lo sapete, Fannie Flagg ha scritto molti altri libri, tutti con titoli stravaganti e divertenti, come la sua scrittura, e questo lo consiglio vivamente. Ambientato in Alabama, il romanzo conduce la protagonista in California, e persino indietro nel tempo, negli anni Quaranta. In una pompa di benzina gestita da sole ragazze, per di più in pattini a rotelle. Una donna dallo spirito libero e anticonformista che insegnerà alla protagonista che non è mai tardi per rompere gli schemi e reinventarsi davvero.

Per una recensione su un altro romanzo di Fannie Flagg, date un’occhiata all’account Instagram di Gaia e Francesca.

“LA PRIMA ORA DEL GIORNO” di Anna Martellato

Un altro titolo che scelgo di inserire in questo mio personale elenco di libri da leggere quest’estate non ha toni leggere e frizzanti, ma è una storia dolce, che arriva al cuore, che racconta di tempi lontani con tanta storia e verità. Un romanzo che affronta temi storici come la guerra e fatti realmente accaduti a Rodi. Un libro molto caro all’autrice (tra l’altro gentilissima), che mi ha trasportata con delicatezza tra i profumi della Grecia e dolci ricordi.

“UNA CENERENTOLA A MANHATTAN” di Felicia Kingsley

Un romanzo rosa genere chicklit. Si chiamano proprio così queste letture. La tematica è più o meno sempre la stessa, lui, lei, il buono, il cattivo, il macho, l’amore, etc, E se Sophie Kinsella è stata per anni la mia compagna mentre sul treno, durante gli anni da pendolare, divoravo i suoi libri, le letture di questo tipo le trovo leggere e divertenti perfette per l’estate. Un romanzo molto carino che ricalca la vita di una povera cenerentola in quel di New York. Scorrevole, da leggere sorseggiando un cosmopolitan in perfetto mood newyorkese.

“LA VENDETTA VESTE PRADA” di Lauren Weisberger

Se “Il diavolo veste Prada” è per me un libro che non mi stancherò mai rileggere (ho anche la versione in francese), questo romanzo non è al suo pari, ma è molto carino e rituffarsi per un po’ nella vita della protagonista Andy ed il fashion system di New York non è male. Ho letto tutti gli altri romanzi dell’autrice, ma li ho trovati stucchevoli e non troppo divertenti, ma questo direi che è perfetto da portare in vacanza, se piace il genere.

“LA SARTA DI PARIGI” di Georgia Kaufmann

Ci provo a dare consigli su quali libri leggere quest’estate, ma alla fine un romanzo su Parigi in qualche modo non posso evitare di inserirlo in questa lista di 15 romanzi da portare in vacanza. Una storia che riporta al passato, che racconta di una vita ricca di emozioni, dolore, di tenacia e ambizione.

La trama: la storia di una povera ragazza di montagna, dell’occupazione nazista e della fuga dall’Italia di notte. Della speranza e del dolore straziante in Svizzera; del glamour e dell’amore a Parigi; dell’ambizione e della perdita a Rio de Janeiro; del successo e della scoperta di sé a New York. Una vita passata a correre per conquistare il mondo. Ma a quale prezzo? 

“IL PESO DEI SEGRETI” di Aki Shimazaki

La letteratura giapponese non è per tutti, e l’ho capito leggendo in passato alcuni testi di Banana Yoshimoto e Murakami. Letture particolari, intense, drammatiche, che a tratti forse possono apparire noiose, ma in realtà se lette nel momento giusto sono piacevoli e toccano corde che fanno emozionare. Un libro che parla di segreti, di generazione in generazione, tra la Seconda Guerra Mondiale, quella di Corea, e sullo sfondo la delicatezza di una scrittura che ho scoperto con questo libro e che ho trovato davvero piacevole.

“L’ISOLA DELLE FARFALLE” di Corina Bomann

Posso dirvi che se nella mia libreria abbondano i romanzi rosa, in quella di mia mamma altrettanto. Ci sono storie semplici e dolci, come questo libro che conduce nel lontano Oriente, a Ceylon, l’incantevole isola del tè e delle farfalle. Alla scoperta di misteri da svelare che incideranno sul destino della protagonista. Uno di quei libri che non rimangono di certo impressi nella mente, ma una lettura leggera e piacevole per le sere d’estate, e per gli animi romantici.

“LEZIONI DI VOLO PER PRINCIPIANTI” di Beth Hoffman

Ho letto questo libro molti anni fa e ancora lo ricordo molto bene. La cosa strana è che ho persino associato a questo romanzo un profumo, quello delle pesche. Una lettura che ho amato, per la sua ambientazione a Savannah, in Georgia nel cuore del Sud Americano, uno dei tanti luoghi che vorrei visitare.

Parla di una bambina, CeCe, che cerca di guarire una triste ferita a causa di una grave perdita. Intorno a lei orbitano personaggi divertenti, colorati, le tipiche Signore del Sud con i loro nomignoli strani (Mz Goodpepper, Mz Tootie) che mi sembra davvero di vedere, tra faccende domestiche, gite al mare, torte di pesche e marmellate fatte in casa.

Sembra di sentire il calore sulla pelle ed il vento tra i capelli, e non è strano sorridere mentre si legge di cappellini e vestitini colorati descritti nel libro insieme agli edifici storici che custodiscono ricordi e segreti.

“E’ il modo in cui sappiamo sopravvivere alle ferite della vita che ci dà forza e bellezza”

“EMMA” di Jane Austen

In questo elenco di libri da leggere quest’estate non troverete gialli, fantasy o saghe, non sono il mio genere e anche se in casa si trovano libri di Ken Follett o Wilbur Smith, non fanno davvero per me. Ma forse è arrivato il tempo di tornare ai classici.

A quei libri letti tanti anni fa durante la scuola, dimenticati e negli anni forse un po’ snobbati. E se in tanti mi hanno consigliato di rileggere “Orgoglio e pregiudizio”, io della Austen sceglierei “Emma”, giovane donna intelligente e indipendente. E in un momento storico come questo, dove noi donne dobbiamo davvero parlare di femminismo, agire e sostenerci, forse un tuffo tra i grandi classici non può che insegnarci qualcosa.

“COME UNA STORIA D’AMORE” di Sharon Pywell

La trama: Come una storia d’amore celebra il legame indissolubile tra due sorelle e la forza delle donne, capaci di rialzarsi e di lottare, e dimostra quanto i libri non siano soltanto un rifugio o un momento di evasione ma anche una vera e propria scuola di vita. Un testo leggero, molto carino, magari da leggere e poi regalare alla propria sorella.

“NON CERCAVO QUALCUNO DA AMARE” di Amabile Giusti

Difficile scegliere quale romanzo consigliarvi di questa autrice perché davvero divoro le sue storie. Pagine scritte con cura graffiante, che a volte ti entra sotto pelle e va a scavare dove fa più male. Mi piace quando la scrittura ti emoziona cosi tanto, ti sovverte un po’ l’anima e ti scuote. Succede con molti dei libri di Amabile Giusti, che leggo voracemente e mi fermo a pensare come mai, alcune delle sue protagoniste, siano così tristi, sole, deluse dalla vita e con un passato difficile e tante cicatrici pesanti.

Trama: Aron ha trentadue anni, è un ricco avvocato di New York e vive in un attico vicino a Central Park. La sua abilità professionale è pari al suo cinico distacco dalle emozioni. Jane ha ventitré anni ed è stata ferita nell’anima e nel corpo. Vive in un piccolo seminterrato nel Queens e fa un lavoro modesto. Non ha amicizie: i legami la obbligherebbero a svelare cosa ha interrotto la sua infanzia e distrutto la sua vita.

“DOVE SOFFIA IL VENTO” di Cinzia La Commare

Non conoscevo l’autrice, e devo ringraziare diversi profili di bookblogger che su Instagram hanno consigliato questo romanzo. La storia si svolge sul lago Trasimeno, ha radici lontane, in un passato che porterà scompiglio nella vita della protagonista. Personaggi di contorno che sembra davvero di immaginare, ed è bello quando un libro prende forma nella mia testa in questo modo, quando riesco a leggerlo immaginando una vera storia “cinematografica”. Una scrittura scorrevole, una storia a cui ci si affeziona.

15 libri da leggere per l’estate + 1, ovvero il mio romanzo rosa “A volte Parigi e l’amore non bastano”, se vi va di passeggiare virtualmente per Parigi, immergervi in una storia romantica, ma con un peso sul cuore.

Ci tengo a sottolineare che i libri che scelgo sono letture leggere, un modo per distrarmi, trascorrere le ore rilassata con a fianco una tazza di tè, caldo o freddo a seconda della stagione. Amo le storie d’amore, i romanzi che mi fanno sognare, che mi fanno scoprire nuove location o mi portano in luoghi del cuore. Le letture “da ombrellone”, anche se per me il genere rosa non è assolutamente da sminuire, anzi, se di fatto piace e permette alla mente di vagare perché no. Ecco perché mi sto cimentando anche io nella scrittura, perché nel frattempo volo col pensiero chissà dove, torno indietro, sogno, scavo tra ricordi ed emozioni, ed è bello, a volte intenso, ma bello.

No Comments

    Leave a Reply